Legno e metallo: un incontro sorprendente

Ogni materiale ha le proprie caratteristiche, che lo rendono unico e che gli conferiscono un fascino irripetibile: in un mix di pro e contro, ogni elemento ha la sua possibilità di brillare ed emergere se viene utilizzato nelle modalità e nelle forme che meglio si adattano ai suoi punti di forza. Per un artigiano, sperimentare con queste unicità è un lavoro molto stimolante, in una ricerca di nuovi modi per valorizzare i materiali. Tra questi troviamo l’accostamento di due tipi di materia diversi, per trovare nuove sinergie e creare quella particolare bellezza possibile solo da abbinamento e contrasto.

Per esempio, legno e metallo sembrano stare completamente agli antipodi: il primo simbolo della natura e di calore vitale, l’altro emblema di industrializzazione e di fredda solidità, non potrebbero essere più diversi tra loro. Tuttavia, nonostante queste differenze, è possibile accostarli in creazioni di arredamento che emergono proprio per questo contrasto, che hanno un fascino unico e che trovano una loro armonia, per quanto strana. L’abbinamento legno e metallo è celebrato soprattutto nell’estetica industrial che, come suggerito dal nome, vuole richiamare l’ambiente delle fabbriche e l’atmosfera di una città metropolitana, con la sua modernità, il suo dinamismo e il suo minimalismo: strutture solide dalle linee semplici, ridotte all’essenziale e finalizzate alla massima efficacia in uno spazio limitato.

La migliore realizzazione di questo ideale e di questo incontro tra materie diverse la troviamo nelle librerie.

La libreria quadro abete e ferro rappresenta perfettamente quella bellezza che si può trovare solo nel contrasto: l’ampia e predominante superficie in ferro, scuro e segnato dal tempo, viene spezzata da cubi in legno d’abete, chiari e segnati da venature armoniose e cerchi concentrici, che emergono dalla freddezza del metallo portando vitalità e fornendo sostegno per libri e altri oggetti. Parliamo di forme semplicissime e dal fascino grezzo, ruvido, materico, reale.

arredamento-industrial

Sempre nel ricercare una semplicità quasi primordiale, troviamo questa libreria, combinazione di contenitori aperti metallici incasellati da tavole di legno: c’è una composizione e una regolarità geometrica e armonica nel combinare quadrati e linee, un ordine di elementi orizzontali e verticali, disposti per ottimizzare lo spazio, un incontro di metallo e legno che non si contrastano, anzi che si sposano in un’unica entità.

Similmente, la libreria in pioppo e ferro pieno è un tripudio geometrico, con incroci di linee orizzontali e verticali per formare una struttura minimalista, che sa quale è il suo scopo e lo realizza nella maniera più semplice e pratica possibile. Qui, invece, metallo e legno sono meno integrati tra loro, c’è un maggior grado di separazione, visto che le tavole lignee occupano lo spazio orizzontale, mentre i supporti di ferro sono predominanti in verticale.

arredamento-industrial

Non solo librerie però, l’incontro di metallo e legno lo troviamo anche su tavoli: un’ampia tavola di legno su cui risaltano le venature, le crepe, i nodi e le altre imperfezioni che testimoniano la vita dell’albero da cui è stato ricavato il legnale, combinata con supporti di ferro o di altri metalli per sostenerla.

Se desideri combinare metallo e legno in una creazione unica, contattaci.

update your browser