Il legno nel 2018: essenzialità tra Nord e industria

I trend dell’interior design di quest’anno puntano verso semplicità ed essenzialità: il motto è “less is more”, ovvero un arredamento con queste caratteristiche quasi minimaliste ha un impatto più forte di quanto non avrebbe scelte più ricche ed appariscenti. Mobili e complementi d’arredo in legno massello trovano il loro spazio in queste correnti in varie declinazioni.

L’essenzialità nordica

Nell’immaginario popolare, le persone del Nord Europa sono contraddistinte da freddezza, contegno e stoicismo, per far fronte alle condizioni ambientali e al minor numero di ore di sole a disposizione. Per quanto siano fondate su una generalizzazione, queste caratteristiche si riflettono sullo stile di arredamento nordico o scandinavo: ambienti essenziali, colori chiari, materiali caldi ed atmosfera avvolgente, per valorizzare lo spazio e fronteggiare il buio ed il freddo.

Il legno viene perciò ampiamente utilizzato: essendo un materiale naturale, riesce a comunicare quella sensazione di calore e di energia vitale ricercata in un arredamento nordico; grazie alle differenti varietà di legno massello, è possibile trovare quella con il colore più adatto per costruire uno stile coerente, come ad esempio noce chiaro e larice, ma anche betulla, abete e pino per le loro caratteristiche di leggerezza che aiutano a rendere lo spazio più arioso.

Il legno massello viene poi declinato in creazioni minimaliste e dalle linee essenziali per assecondare questo stile. Il tronchetto d’arredo, ad esempio, è la migliore rappresentazione della mentalità scandinava: colori chiari, materiali naturali (corda ed appunto legno), massimo minimalismo della forma, che si presenta come, letteralmente, un piccolo tronco, un cilindro levigato che può essere utilizzato a scopi puramente estetici o come supporto per altri elementi o perfino, nei modelli più alti, come una seduta.

Tavolino circolare in legno di platano colorato e gambe in ferro - Bruno Spreafico

Similmente il tavolino con sezione circolare ha una forma semplicissima, essenziale: un disco di legno che va da superficie piana, quattro sottili steli di ferro e una base d’appoggio.

L’essenzialità industriale

Se lo stile scandinavo cerca di contrastare l’ambiente esterno, l’arredamento industriale sceglie di assecondarlo, di estendere la realtà urbana con la tutta la sua rudezza fin dentro a casa. Lo stile industriale vuole linee essenziali e minimaliste come quello scandinavo, ma preferisce toni più scuri, materiali più freddi e linee meno nette e più grezze: il mondo che ci circonda non è chiaramente definito e preciso e ciò viene riflesso nell’arredamento.

Faggio Principale Home - Bruno Spreafico

L’artigiano del legno ha l’impegno di far emergere questo rude e grezzo fascino, di valorizzare le imperfezioni e di fare una lavorazione con caratteristiche volutamente ‘sporche’: il tavolo in massello di faggio presenta un semplice supporto di ferro, quattro gambe incrociate a coppie che richiamano una struttura metallica industriale; la superficie del tavolo è in legno massello di faggio e conserva tutte le imperfezioni della tavola originale, esaltate dai bordi non lavorati e dalle crepe sulla superficie. Anche la linea di lampade è un perfetto esempio di estetica industriale: pochi pezzi di legno per creare il sostegno, il filo a vista e la lampadina senza alcuna schermatura per la massima essenzialità.Se vuoi realizzare mobili e complementi in legno massello su misura per allinearti ai trend dell’arredamento minimalista 2018, contattaci.

update your browser