Olivo: il pregio della natura Mediterranea

La pianta d’olivo è sicuramente nota soprattutto per il suo frutto, l’oliva: oltre 9 milioni di ettari al mondo sono adibiti alla coltura di quest’albero, con il nostro Paese secondo al mondo per la produzione dell’olio d’oliva dai suoi oltre un milione di ettari di piantagione. Questa pianta, però, riserva anche la possibilità di ottenere legno di grande pregio, seppur si tratti di un uso minore, visti i lunghi cicli vitali dell’olivo: inizia a fruttificare dopo 3-4 anni, raggiunge la piena produttività dopo 10 e la maturità dopo 50; vista l’elevata longevità (in Italia abbiamo molte di queste piante che hanno superato il secolo) viene preferito adibirle alla produzione di olive.

Mettere le mani sul legno d’olivo è quindi più costoso, ma dà anche molte soddisfazioni: particolarmente bello ed elastico, ha una fibratura dura con grana forte e fibra molto aggrovigliata, al tatto morbido e levigato, dal colore bruno che tende al grigio-nerastro; levigatura e lucidatura risultano particolarmente efficaci, con un effetto capace di esaltare ulteriormente la sua già importante presenza estetica.

Bisogna tenere conto che, però, si tratta di un legno dall’essenza particolarmente densa: oltre a risultare in creazioni pesanti, significa anche che la pianta stessa non svilupperà un tronco di dimensioni consistenti (appunto è coltivata soprattutto per i frutti), quindi le realizzazioni con il legno massello d’olivo rientreranno in una gamma limitata di opzioni.

Ciò nonostante, le creazioni che si riescono a realizzare con quest’albero avranno una bellezza senza paragoni.

Vista la conformazione di questo legname, l’opzione migliore per usare il legno massello d’olivo è la realizzazione di tavole da parete.

legno olivo per mobili

Questa tavola d’olivo con porta vasi ricavata da una pianta centenaria esibisce alcune delle tonalità più scure di questo tipo di legno massello, con colori bruni scuri, decisi e profondi; le marcate venature della superficie creano pattern unici e affascinanti, dando una sensazione di movimento, come se la pianta fosse ancora viva, pulsante e ancora in crescita; vista l’affinità del legname di olivo con la levigatura, questa operazione è stata svolta due volte, usando tecniche artigianali volte a esaltare le imperfezioni caratteristiche del legno massello, come gli evidenti segni sui lati della tavola che le danno un carisma e una personalità unici; gli anelli metallici adibiti a porta vaso completano questa creazione, affiancando quella che un tempo era un albero con piante ancora vitali e in fioritura.

La tavola olivo con porta vino ha un impatto simile a quella precedente, ma mostra alcune differenze che le fanno acquisire un’identità ben distinta: il colore della tavola appare più delicato e freddo, tendendo di più alle sfumature grigiastre; anche le venature appaiono più discrete e lineari, ma non per questo meno affascinanti; i lati appaiono segnati da tagli, ma con una regolarità quasi voluta, seppur completamente naturale.

legno olivo per mobili

Infine, questa tavola d’olivo con mensole e vasi esibisce tutt’altre caratteristiche, comunicando un’aura di vetusta e imponente maestà: gli intricati labirinti formati dalle venature; le differenti aree di colore sulla superficie e sui lati della tavola che spaziano tra varie gradazioni di bruno, dal più chiaro e carico al più scuro e deciso; i profondi segni e buchi sul legno, che sembrano raccontare la storia di una vita intensa; l’insieme di questi elementi, esaltati ancora una volta da una doppia levigatura, danno a questa tavola un incredibile fascino, che valorizza il pregio del legno massello d’olivo.

Scopri di più su creazioni realizzate su misura con le diverse varietà di legno massello, contattaci.

update your browser