Quali legni utilizzare per l’outdoor?

Uno dei pregi del legno massello è la sua resistenza nel tempo, a patto che ci si prenda adeguatamente cura di questo materiale: diverse varietà sono più sensibili a specifiche sollecitazioni e condizioni ambientali, e richiedono trattamenti e prodotti specifici per conservare il loro pregio nel tempo.

Uno degli elementi a cui è maggiormente sensibile il legno è l’acqua, poiché assorbendola sia allo stato liquido che in forma di umidità rischia di dilatarsi e spaccarsi.

L’altro lato della medaglia è che questa capacità di assorbimento dell’umidità è uno dei pregi del materiale, poiché svolge una funzione di naturale regolazione dell’ambiente con ricadute positive sulla nostra salute.

Come coniugare questi aspetti contrastanti?

In primo luogo, esistono prodotti, come cere, impregnanti e vernicianti, che permettono di proteggere il legno dall’acqua e dall’umidità, pur conservando la sua naturale bellezza con soluzioni trasparenti.

In secondo luogo, abbiamo già citato quanto differiscono tra loro le varietà di legno e tra queste ce ne sono diverse compatibili con l’acqua e l’umidità, al punto da essere impiegate per mobili da esterno e perfino per le pavimentazioni di piscine e per l’arredo delle barche.

Tra tutti spicca il teak, il legno per eccellenza nel campo nautico. Il teak è idrorepellente, grazie ai pori superficiali che impediscono all’umidità di accumularsi al suo interno dove danneggerebbe la struttura del materiale; inoltre, è ricco di particolari resine e sostanze che lo proteggono naturalmente da parassiti, funghi, insetti, sbalzi termici e danni provocati dai raggi UV, rendendolo perfetto per l’impiego outdoor.

legno outdoor

Il larice non offre la stessa naturale predisposizione del teak per gli esterni, richiedendo trattamenti specifici e comunque rimanendo inadatto a condizioni di alta umidità o a diretto contatto con il terreno; tuttavia, è una scelta interessante per le sue tonalità chiare e per la sua compattezza e resistenza. Di conseguenza viene preferito per mobili outdoor e pavimentazioni sul cemento, riservando al più resistente teak il compito di comporre il decking delle piscine.

Il pino è un’altra alternativa interessante per l’utilizzo esterno, poiché generalmente costa meno rispetto alle altre varietà; è tenero e facile da lavorare, ma può anche essere impiegato per strutture come i gazebi, oltre che per i mobili.

Realizziamo mobili in legno massello su misura, trasformando i bisogni e i desideri del cliente in una creazione unica e pregiata, perfettamente adatta all’impiego outdoor o indoor: scopri di più contattandoci.

update your browser