Tutti i colori del legno massello

Il legno massello vanta grande pregio e resistenza: provenendo dalla parte più profonda dell’albero, è la condensazione delle sue caratteristiche ed è il materiale ideale per creazioni d’arredo che lasciano il segno.

Uno degli aspetti che cattura più l’occhio è il suo colore: a seconda della pianta da cui proviene, potrà essere bruno, giallo o rosso, più chiaro o più scuro; le varietà a disposizioni sono molto numerose e si sta toccando solo la punta dell’iceberg.

Ogni tavola è caratterizzata da diverse sfumature, da diverse zone cromatiche che sono il risultato della storia dell’albero, della zona in cui è stato piantato e degli eventi successi mentre cresceva.

Infine, il legno, pur essendo stato lavorato per realizzare un mobile, continua a essere ‘vivo’, evolvendosi nel tempo: i raggi solari continuano ad agire sulla sua superficie che può schiarirsi o scurirsi con il passare degli anni.

Insomma, il colore del legno massello è uno dei suoi aspetti più affascinanti e ce ne sono varietà per tutti i gusti.

Il larice bianco, per esempio, ha tonalità brune particolarmente chiare, che però si scuriscono nel tempo virando verso il grigio. La pianta è tipica di montagna e infatti il suo legno è stato largamente adottato in queste zone sia come materiale edile per rivestimenti interni ed esterni (essendo molto isolante e resistente), sia per le creazioni di arredo.

mobili in legno massello

In effetti, guardando questo tavolo in larice con gambe a filo piano, si pensa subito alla montagna: anche se spazzolato e trattato con vernice ad acqua, il ricco pattern delle venature, i nodi evidenti e le lunghe crepe comunicano un’energia grezza tipicamente montanara, con le tonalità chiare e calde che danno una sensazione di ospitalità e sicurezza.

Salendo lungo la scala cromatica troviamo il rovere, caratterizzato da un bruno più deciso, che però al contrario del larice, con il tempo si schiarisce e vira verso il giallo. Questo legno è particolarmente resistente e facile da lavorare, permettendo così di realizzare creazioni molto durevoli che riescono ad esaltare le sue sfumature.

Un altro legno di colore bruno è il mogano, che però tende verso il rosso invece che il giallo; è un materiale di enorme pregio anche per gli standard del massello, ideale quindi per mobili pensati per avere un posto d’onore nella stanza.

mobili in legno massello

Un esempio è questo tavolo tronco di mogano, in cui lo spessore della tavola e la solidità delle quattro putrelle di ferro a suo sostegno ispirano autorità, mentre le calde e avvolgenti sfumature cromatiche della superficie danno un tocco di raffinatezza.

Per chi piacciono le tonalità rossastre, ma non desidera il grande pregio del mogano, il ciliegio e il noce sono valide alternative per portare il calore del legno nella propria casa. Se si desiderano invece colori più intensi, la scelta ideale è l’ulivo o il castagno: usati soprattutto per tavole e librerie, sono caratterizzati da tonalità brune molto scure.

Quale è quindi il colore di legno massello che fa per te? Tutte le nostre creazioni sono realizzate su misura, offrendo al cliente un’opera unica: scopri di più contattandoci.

update your browser